GRAVIDANZA

Sintomi gravidanza: primi giorni e prime settimane

LEGGI IN 3'

Se desideri un figlio - come molte donne che vogliono rimanere incinte - anche tu sarai sicuramente alla ricerca dei primi sintomi della gravidanza. Trascorsi anche pochi giorni dal tentativo di concepimento, ti ritrovi sempre più spesso a scrutare il tuo corpo nella speranza di trovare qualche piccolo cambiamento indice del lieto evento. In realtà è bene non accanirsi nella ricerca spasmodica dei minimi indizi: lo stress non aiuta di certo il concepimento! Soprattutto, è bene tu sappia che mentre alcune donne avvertono i sintomi della gravidanza già nella prima settimana, altre invece non si accorgono di nulla se non dopo tantissimi giorni!

In ogni caso, può esserti utile conoscere i primi segnali e avvisaglie dell’avvenuto concepimento: quei sintomi della gravidanza che compaiono nelle prime settimane, ma che purtroppo sono spesso molto simili a quelli della sindrome premestruale.

Stanchezza e irritabilità

Tra i sintomi della gravidanza, sin dai primi giorni c’è una forte sensazione di stanchezza: spossatezza e affaticamento intenso possono prenderti anche durante una semplice passeggiata! Dormire tanto non sembra aiutare granché: più dormi, più ti sembra che il sonno aumenti.
Anche l’umore cambia… spesso! Sbalzi improvvisi e picchi d’irritabilità sono dovuti ai cambiamenti ormonali che investono il corpo di una donna subito dopo il concepimento. Una possibile diminuzione della pressione sanguigna può essere anche causa di capogiri, vertigini e senso di svenimento.
 

Nausea, bruciori di stomaco, stitichezza

La nausea è forse il più conosciuto tra i sintomi della gravidanza, che si manifesta nel corso del primo mese, spesso a partire proprio dai primi giorni. Anche questo sintomo è causato dall’aumento degli estrogeni e all’inizio può manifestarsi sotto forma d’improvviso fastidio nei confronti di odori particolari, che prima non davano alcun disturbo. Alla nausea possono aggiungersi anche bruciori di stomaco o stitichezza.

Piccole perdite

Tra i sintomi della gravidanza che sopraggiungono già nel corso della prima settimana vi sono anche le cosiddette perdite da impianto. Queste possono protrarsi anche nella settimana successiva e sono causate proprio dall’impianto dell’embrione nella parete dell’utero. Le perdite possono essere accompagnate anche da dolori addominali e, per questo, essere scambiate per le normali perdite ematiche che si hanno nel corso del ciclo mestruale.

Cambiamenti del seno

L’ingrossamento del seno è uno dei sintomi della gravidanza che compare sin dalle prime settimane successive al concepimento. Oltre a divenire più gonfio, il seno può anche far male; i capezzoli diventano più sensibili e l’areola più scura. È del tutto normale: il tuo corpo deve prepararsi con largo anticipo all’allattamento!

Mal di schiena e mal di testa

Dolori alla parte bassa della schiena possono comparire immediatamente e, nel peggiore dei casi, continuare per tutta la durata della gravidanza. Il tuo corpo sta cambiando e il ventre deve adattarsi per accogliere il tuo futuro bimbo: ecco spiegato il motivo! Anche un mal di testa continuo è annoverato tra i sintomi dei primi giorni di gravidanza: è un malessere molto comune, però, quindi è piuttosto difficile associarlo con certezza allo stato interessante.

Minzione frequente


Uno dei sintomi di gravidanza - che compare nella prima settimana ed è destinato ad aumentare considerevolmente nei mesi successivi - è un aumento dello stimolo a fare pipì. Anche questo è dovuto ai cambiamenti morfologici in atto nel tuo corpo: l’utero si rigonfia e quindi comprime la vescica.  

Se avverti uno qualunque di questi sintomi e hai un ritardo nel ciclo mestruale, per fugare ogni dubbio fai un test di gravidanza. Si vendono in farmacia e il loro responso è sicuro al 99%!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione