VACANZE

Al mare: regole per i più piccoli

LEGGI IN 3'

Per i bambini, il mare rappresenta il luogo e il momento ideali per dare via libera alla creatività, per giocare, conoscere un ambiente naturale diverso da quello a cui sono abituati e muoversi in libertà. Secchiello e paletta per costruire nuovi mondi, l’aria buona tutta da respirare e il calore del sole di cui godere; sotto i piedi la sabbia che diventerà presto un castello e i tuffi in acqua con il papà. Con un po’ di cautela e qualche piccolo suggerimento, anche i tuoi figli potranno godere dei benefici del mare in tutta serenità, basta qualche accorgimento.

Ecco i nostri consigli.

  • Gli orari di esposizione

I momenti migliori della giornata per stare in spiaggia sono fino alle 10 del mattino e dopo le 16 del pomeriggio. In queste fasce orarie il sole è meno forte e non scotta la pelle delicata dei bimbi (e anche la nostra).

  • La protezione della pelle

Anche se l’orario è quello giusto, proteggi sempre la loro pelle con una crema solare che abbia una protezione alta. In commercio ci sono diversi prodotti specifici per il loro tipo di pelle. Anche se è waterproof (resistente all’acqua), spalmala più volte e a fine giornata, dopo la doccia, è il momento perfetto per una crema idratante o per un doposole rinfrescante.

  • La protezione del capo

Assicurati che indossino sempre un cappellino o un foulard che possa ripararli dal sole diretto. 

  • La protezione dei piedi

Proteggere i loro piedini con sandali o scarpine da mare li farà correre in libertà sulla spiaggia, noncuranti della sabbia rovente, ma è soprattutto nelle zone comuni (come quelle della toilette o del bar) che preserveranno il tuo piccolo dall’insorgere di funghi e verruche. 

  • Il costume

Ti sembra scontato? Non farli stare nudi anche se sono molto piccoli, sono impegnati a godersi lo spettacolo, a giocare, a scoprire, non faranno attenzione a dove si siederanno. Per proteggerli da irritazioni e infezioni, il costumino ci vuole!

  • L’idratazione

Sotto il sole, con il caldo e il movimento i liquidi si perdono velocemente, per questo è necessario bere tanta acqua, meglio se a temperatura ambiente e non gelata! 

  • Dove giocare

Per evitare insolazioni è meglio che giochino riparati: quando si mettono a costruire, fare, disfare possono anche starci ore! Sotto l’ombrellone è perfetto: il sole filtra lo stesso in minima parte, ma con un po’ di protezione tutto sarà salvaguardato.

  • L’ora del bagno

Mangiare e poi andare a fare il bagno. Loro vorrebbero così, con zero tempo tra l’una e l’altra attività, mentre è il caso che passi almeno un’ora e mezza dall’ultimo pasto o dallo spuntino (le canoniche 3 ore sono consigliate solo con alimenti particolarmente pesanti o pasti abbondanti).

  • I gonfiabili

Braccioli, materassini, salvagenti sono una sicurezza in più: bada che prendendo fiducia in se stessi non si allontanino troppo dalla riva.

  • Accompagnali in acqua

Procedi con loro entrando in acqua gradualmente, soprattutto se sono accaldati: con te al loro fianco eviterai che crampi o onde improvvise possano essere un problema. 

  • I tuffi

Assicurati che l’acqua sia sufficientemente alta per tuffarsi perché non sbattano sul fondo o su scogli sporgenti. 

Se hai tutto chiaro e farai loro seguire con pazienza queste regole basilari, siete tutti pronti per la vacanza al mare che si avvicina!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione