LAVANDERIA

Come lavare le scarpe in pelle: lavatrice sì o no?

LEGGI IN 2'

Belle da vedere, confortevoli e anche piuttosto resistenti, le scarpe in pelle sono un accessorio moda che non manca mai nel nostro guardaroba. Che siano ballerine o allacciate, décolleté con il tacco o stivaletti bassi, nella scarpiera di una donna non manca mai un'ampia scelta di leather shoes, da cambiare e scambiare in base all'occasione e quindi all'utilizzo.

Il vero problema di queste scarpe non è l'usura, in quanto la maggior parte di modelli, soprattutto quelli casual, migliora con il tempo e con l'uso, ma le macchie e ovviamente il classico odore che resta all'interno sulla soletta. Soprattutto se le scarpe in questione sono stivali, è infatti difficile far arieggiare bene il dentro, con la conseguenza che umidità e batteri possono proliferare.

Per evitare il tanfo e far sì che le nostre calzature siano sempre come nuove, è quindi importante lavarle periodicamente, programmando, una tantum, una pulizia più profonda.

Come lavare le scarpe in pelle: la lavatrice

In linea di massima le scarpe in pelle sono "allergiche" alla lavatrice, nel senso che le temperature troppo alte, la centrifuga e gli eccessi di sapone possono rovinarle sia a livello di cuoio, sia inficiare le parti attaccate con la colla.

Questo però non vuol dire che il lavaggio in lavatrice delle scarpe in pelle sia completamente da evitare. Importante però limitarlo ad una tantum, quando in pratica abbiamo proprio bisogno di pulire e deodorare più a fondo, dopo un'uso serrato e costante delle nostre calzature.

Parliamo di gradi. Le scarpe in pelle possono essere lavate in lavatrice ad una temperatura fra i 40° e max 60° C. Una temperatura inferiore rischia di non pulire bene, una superiore invece espone il cuoio ad un inaridimento eccessivo, rovinandone la grana e la consistenza.

Mettiamo le nostre scarpe, prive di eventuali lacci e nastri, in una federa, serrandola bene per evitare che le scarpe possano sfregarsi durante il lavaggio, poi versiamo un dosaggio minimo di detersivo e avviamo un ciclo veloce a mezzo carico, escludendo la centrifuga o tenendola al massimo a 400 giri.

Una volta terminato il risciacquo, apriamo il macchinario e controlliamo che le nostre scarpe siano effettivamente ben sciacquate. I residui di sapone sono infatti deleteri per la salute della pelle. A questo punto inseriamo degli asciugamani per eliminare l'umidità interna e teniamo le scarpe all'aria e al sole (non diretto) per farle asciugare.

Gli asciugamani vanno tolti e cambiati dopo una decina di minuti. Dopo altri dieci, possiamo lasciare le scarpe ad arieggiare anche internamente. Attenzione però, se le nostre calzature sono in pelle morbida, cerchiamo di non farle sformare, usando dei forma scarpe.

Se ci rendiamo conto che nella zona della punta le scarpe sono ancora umide, mettiamo un sacchetto di riso per far assorbire prima ogni residuo di acqua.

Se le nostre scarpe in pelle hanno decori di strass o applicazioni particolari, evitiamo sempre il lavaggio in lavatrice, preferendone uno a mano o addirittura a secco per evitare di danneggiarle.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione