SCUOLA DI CUCINA

Come cucinare le lenticchie in modo perfetto per il cenone di Capodanno

LEGGI IN 2'

Fra i vari piatti della tradizione culinaria italiana, legati alle feste di Natale, di certo le lenticchie in umido sono uno dei più famosi e apprezzati. Tipiche del cenone di Capodanno, durante il quale fanno spesso e volentieri da contorno al cotechino, queste leguminose sono perfette anche da sole, per intervallare un primo e un secondo in modo classico.

Si dice infatti che le lenticchie portino fortuna, ragione che le rende irrinunciabili nei menù dell'ultimo dell'anno. Ma questo prodotto della cucina rustica è anche ottimo dal punto di vista nutrizionale e del sapore, tutte buone motivazioni che ci rendono il legume ancora più simpatico.

Ovviamente però, neanche a dirlo, è importante sapere come cucinare le lenticchie in vista del cenone di Capodanno, ricordando che il risultato finale dovrà essere morbido, pur lasciando ogni singola lenticchia compatta. Questo è importante soprattutto se dobbiamo accompagnare un secondo di carne o di pesce nel medesimo piatto.

Le lenticchie infatti, come la maggior parte dei legumi, tende a sfarinarsi se si cuoce troppo. Perciò, salvo che la ricetta che stiamo seguendo non preveda l'uso di una crema, dovremo essere bravissime a rispettare modi e soprattutto tempi di cottura.

Il primo passaggio è senza dubbio l'ammollo in acqua fredda per circa 2 ore, che serve ad ammorbidire il prodotto. Dopo di che le lenticchie possono essere scolate e messe da parte ad asciugare, mentre invece provvederemo a mettere in una padella ampia un filo d'olio e un trito di sedano, carote e cipolla dorata.

Facciamo insaporire l'olio per qualche minuto, poi tuffiamoci dentro le lenticchie e copriamole a filo con del brodo vegetale non salato. In alternativa, se vogliamo un effetto più ricco, possiamo cuocere le lenticchie nel sugo di pomodoro.

In ambo i casi la cottura deve essere lenta, ma con bollore costante. Se vogliamo possiamo aromatizzare le lenticchie con delle erbette, come l'alloro, che conferisce ai piatti in umido un sapore più deciso. In più possiamo anche aggiungere dei pomodorini pachino tagliati a metà, per dare un tocco di acidità, senza eccessi.

Attenzione all'uso del sale, che deve essere aggiunto in quantità minima quasi a fine cottura. Le lenticchie sono già saporite di loro, perciò un errato dosaggio di sale può farle diventare immangiabili. Una volta tirate giù dal fuoco possiamo invece insaporirle con un pizzico di pepe nero in polvere.

Travasiamo le nostre lenticchie in un piatto da portata con le fette di cotechino adagiate sopra, oppure in una coppa in ceramica con cucchiaio, per permettere a tutti di servirsi della giusta quantità direttamente a tavola. Mettiamo a disposizione un trito di prezzemolo per chi volesse aggiungere un tocco di freschezza al piatto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione