COSA MANGI?

Castagne: i valori nutrizionali del frutto e le controindicazioni

LEGGI IN 2'

Le castagne sono vere e proprie regine di autunno. Buone e dalle mille proprietà, possiamo utilizzarle in tanti modi diversi per le nostre ricette di cucina. Ma le conosciamo davvero dal punto di vista dei valori nutrizionali e delle controindicazioni? Iniziamo col parlare delle loro virtù, che certamente superano gli eventuali effetti collaterali.

Le castagne sono infatti ricchissime di fibre e di vitamina C, così come di minerali importanti per la nostra salute, come il rame e il potassio. In discreta quantità contengono anche le vitamine del gruppo B e il magnesio, utili per la buona salute del sistema nervoso e per contrastare la stanchezza.

Ma vediamo nel dettaglio i valori nutrizionali delle castagne.

Castagne: valori nutrizionali

Partiamo dalle calorie, un aspetto importante per capire in che quantità possiamo consumare questo prodotto autunnale senza esagerare. Qui occorre fare un distinguo fra tipologia di cottura, in quanto le castagne arrostite hanno certamente un peso calorico differente da quelle bollite.

Nel dettaglio, 100gr di caldarroste, quindi le castagne arrostite nella classica padella coi buchi, hanno un peso di circa 200Kcal, mentre per le castagne bollite si scende a 120Kcal ogni 100gr. Più caloriche le castagne secche (300Kcal ogni 100gr), la confettura di castagne (290Kcal ogni 100gr) e la farina di castagne, ben 325Kcal ogni 100gr di prodotto.

Importante sapere anche che per ogni etto di castagne arrostite, ingurgitiamo circa 53gr di carboidrati, di cui 10gr di zuccheri. Per quanto riguarda le proteine e i grassi, sono rispettivamente 3 e 2 grammi ogni 100, mentre sono 5gr di fibre. Il resto sono acqua e ceneri.

Castagne: le proprietà e le controindicazioni

Possiamo considerare le castagne un vero super alimento, in quanto vantano proprietà per la salute molto importanti. Tanto per cominciare le castagne sono utili per supportare le corrette funzioni intestinali, in quanto nutrono la flora batterica buona e aiutano così la salute generale.

In più le castagne aiutano a ridurre il colesterolo cattivo, grazie alla presenza di acidi grassi omega 3 e 6, ma sono anche un cibo ottimo per la bellezza di pelle e capelli, in quanto la castagna è ricca di sostanze antiossidanti e vitamina E, che contrastano l'azione dei radicali liberi.

Per quanto riguarda le controindicazioni, bisogna soprattutto evitare gli eccessi. In primis se si soffre di patologie metaboliche, come il diabete, in quanto le castagne hanno un indice glicemico un po' alto e possono quindi creare qualche scompenso se consumate in grande quantità. Ma basta un uso moderato per limitare il problema nei soggetti interessati.

Attenzione anche per chi soffre di colite o altri disturbi di natura gastro-intestinale, in quanto una scorpacciata di castagne potrebbe peggiorare il problema. Ma basta solo non esagerare. 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione