ERBORISTERIA

Aloe vera, le proprietà curative e come si assume per via interna

LEGGI IN 2'

Da qualche anno a questa parte, i rimedi a base di aloe vera sono diventati gettonatissimi, venendo incontro alle esigenze di chi vuole qualcosa di efficace ma allo stesso tempo naturale. L'aloe vera è infatti ottima per curare una serie di problemi di natura topica, come irritazioni, scottature, pelle problematica, ma anche di tipo endogeno.

Il succo di aloe vera è in quest'ultimo caso uno degli elisir più potenti contro le infiammazioni gastriche e il gonfiore, contro la digestione lenta e anche contro l'iperglicemia, aiutando a ridurre in modo significativo i livelli di zucchero nel sangue nei pazienti diabetici.

Non solo, perché fra le proprietà curative dell'aloe c'è anche quella anticolesterolemica. In pratica contribuisce ad abbassare il livello di colesterolo cattivo in modo naturale, grazie alla sua fibra solubile beta-sitosterolo.

In più il gel della pianta puro, è ricco di aminoacidi essenziali, enzimi e minerali, come ferro, calcio e magnesio, ma anche vitamine, come la A, C ed E e quelle del gruppo B, compresa la vitamina B12, importantissima per chi soffre di anemia o segue una dieta vegetariana o vegana.

Ma l'aloe vera è conosciuta soprattutto per essere fonte di un polisaccaride importantissimo per la salute, l'acemannano. La sua funzione è di protezione della mucosa gastrica, ma anche di rafforzamento delle difese immunitarie, permettendo anche un più veloce recupero quando si è debilitati da una febbre o da un'influenza.

Per sfruttare le proprietà dell'aloe vera, sappiamo che in commercio esistono molti prodotti per uso interno, venduti in farmacie e para-farmacie o nei negozi di generi biologici. Attenzione però, visto che le virtù benefiche dell'estratto della pianta sono sensibili all'aria e alla luce, perciò se l'imbottigliamento è nella plastica o nel vetro chiaro e non viene assicurato che il succo è stato confezionato a poche ore dall'estrazione del gel dalla pianta, è meglio guardare altrove.

L'ideale, per mantenere inalterate le proprietà dell'aloe vera, neanche a dirlo, sarebbe coltivare la pianta in casa o in giardino ed estrarre il succo dalle sue foglie solo quando serve. In questo caso basterebbe diluirlo con acqua minerale naturale e succo di limone e conservare in un barattolo di vetro scuro, sigillato con carta stagnola, da tenere in frigo e consumare entro 10 giorni.

Se invece acquistiamo il succo da un'erboristeria, il metodo di assunzione e di conservazione del prodotto sono quelli esposti sulla confezione. In genere si consiglia comunque di tenere in luogo fresco, asciutto e buio per evitare che i principi attivi si alterino, mentre la modalità di assunzione è solitamente 1 cucchiaio di succo, puro o diluito in mezzo bicchiere di acqua, mezz'ora prima dei pasti.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione