ERBORISTERIA

Le cause dell'alito cattivo e i rimedi naturali migliori per combatterlo

LEGGI IN 2'

Soffrire di alito cattivo è un problema molto comune, che ha varie origini. Le cause più comuni sono un'igiene orale sbagliata, infezioni del cavo orale e carie, mal di gola o problemi di sinusite, digestione troppo lenta e reflusso gastrico, uso e abuso di alcol e sigarette, assunzione di alcuni tipi di farmaci, come gli antidepressivi.

Se avere a che fare con l'alito pesante ogni tanto può non essere un problema, quando la situazione diventa meno sporadica inizia a diventare un vero e proprio disagio stare in mezzo agli altri. Per tale ragione è essenziale affrontare l'alitosi nel modo migliore, iniziando a curare di più il lavaggio dei denti e sciacquando più spesso la bocca con i colluttori giusti, studiati per limitare il fastidio.

Se il problema dell'alito cattivo parte dal cavo orale, i responsabili sono quasi sempre i batteri, la cui presenza provoca e/o acuisce il disagio. Per migliorare la situazione e avere una bocca in salute e fresca, vale la pena fare un salto dal dentista per curare eventuali carie o gengiviti e farci fare una seduta di curettage a cadenza trimestrale o semestrale, per eliminare il tartaro nascosto.

Una volta andati a eliminare le possibili cause scatenanti dell'alitosi, possiamo migliorare la freschezza della nostra bocca con ottimi rimedi naturali, sicuri ed efficaci. Tanto per cominciare, per eliminare le tossine dal cavo orale e rendere la pulizia più profonda, possiamo provare il metodo dell'oil pulling appena sveglie, sciacquando la bocca per almeno 10 minuti con un cucchiaio di olio di sesamo o cocco.

Questi oli riescono a stanare molti batteri su cui il semplice spazzolino e dentifricio non è efficace, perciò far precedere il lavaggio consueto da questa pratica, ci permette di avere un'igiene orale migliore. Per lo sciacquo finale usiamo mezzo bicchiere d'acqua mescolato con un cucchiaio di aceto di mele o con 3-5 gocce di olio essenziale di tea tree, dal potere disinfettante.

Anche masticare di tanto in tanto una manciata di semi di finocchio è un'ottima arma contro l'alito cattivo, soprattutto se il problema dipende dal consumo di cibi dall'odore forte. In alternativa possiamo fare sciacqui e gargarismi con acqua, sale e bicarbonato di sodio, in grado di contrastare i cattivi odori della bocca.

Se gargarizzare ci crea senso di nausea, possiamo invece masticare foglie di prezzemolo o menta oppure bacche di cardamomo, o anche foglie di sedano, tutti prodotti naturali e gradevoli da utilizzare per rinfrescare la bocca in modo semplice e veloce.

Ricordiamoci poi del detto che una mela al giorno leva il medico di torno, perché questo frutto, oltre ad essere preziosa per la salute, lo è anche per la pulizia della bocca. I suoi enzimi e la sua buccia fibrosa aiutano infatti ripulire il cavo orale, ma anche a sedare l'acidità di stomaco, spesso causa di reflusso e alitosi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione