TRUCCHI E SOLUZIONI

Come pulire il marmo: ecco alcuni consigli utili

LEGGI IN 7'

Come pulire il marmo? Ecco una guida dettagliata e approfondita per pulire il marmo in modo efficace e sicuro.

Solido, ma estremamente delicato, il marmo esercita da sempre un fascino magnetico grazie al suo perfetto mix di resistenza, eleganza e lucidità. Il marmo è sicuramente uno dei materiali più belli con cui arredare e decorare gli ambienti di una casa. Il marmo è una delle pietre più usate per realizzare tavoli, davanzali, piani di lavoro, camini e pavimenti. Tuttavia, è anche piuttosto delicato e per questa ragione va trattato con cura, in maniera particolare quando si deve pulirlo. Una volta macchiato infatti, eliminare le tracce dalla sua superficie è molto difficile, ma non impossibile.



Ma perché il marmo è così delicato? Si tratta di un materiale poroso di origine calcarea, che “respira”, per questo le sostanze troppo acide possono intaccarlo e le macchie che non vengono rimosse in tempo diventano difficilmente eliminabili.
 I detergenti adatti sono quelli delicati o quelli naturali, che possono essere adoperati sia per pulire, sia per lucidare le superfici di marmo all'interno di un'abitazione.

Scopri anche come pulire il travertino con la guida completa di DonnaD!

Qui di seguito troverai una guida dettagliata e approfondita su come pulire il marmo macchiato o graffiato e renderlo di nuovo lucido anche grazie a rimedi naturali.


Prima regola: attenzione costante. Per quanto riguarda la pulitura abituale è sconsigliabile l’utilizzo di detergenti abrasivi e acidi, a cui sono preferibili prodotti neutri. E se proprio non puoi eliminare l’ammoniaca, usane dieci gocce diluite in un litro d’acqua e risciacqua abbondantemente.

 Per la lucentezza usa un prodotto a base di cere naturali.

Applicato con un panno morbido assicura un effetto brillante e un'elevata protezione nel tempo, che puoi ottenere anche trattando preventivamente queste superfici con impermeabilizzanti idrorepellenti.

 Se il problema non è l’opacità ma una macchia ostinata, versa sulla zona interessata della polvere di pomice e poi strofina con uno straccio inumidito, risciacqua con acqua distillata e asciuga. In questo modo eserciterai un’azione abrasiva in grado di eliminare gran parte delle macchie.

 Anche i piccoli graffi e le incrostazioni si possono sconfiggere. Per i primi è consigliabile utilizzare dei detergenti neutri e acqua distillata, mentre le incrostazioni devono essere affrontate delicatamente, senza graffiare il piano, con attrezzi specifici a lama che puoi trovare in tutti i negozi di bricolage.


Inoltre, se hai dei pavimenti di questo materiale, devi munirti di alcuni panni in microfibra Vileda (o di un altro materiale che sia assorbente e morbido) e riempire un secchio con acqua tiepida, per poi sciogliervi all'interno scaglie di sapone naturale oppure un cucchiaio di sapone liquido. Il primo panno in microfibra va passato asciutto in modo da raccogliere la polvere; il secondo va bagnato nel secchio e poi strizzato e servirà a pulire il pavimento, mentre un ultimo panno pulito serve per asciugare.

 Un panno morbido va utilizzato anche per i ripiani, dopo averlo inumidito con un poco di acqua tiepida, aggiungendo eventualmente del sapone se le macchie dovessero essere particolarmente resistenti.

Fra le soluzioni utili per lucidare il marmo, una delle più efficaci è un “rimedio della nonna”: in passato, per lucidare per bene il marmo, s’impiegavano vecchi maglioni o panni in lana.

 In alternativa è possibile affidarsi al bicarbonato di sodio, in due modi diversi; il primo consiste nel mescolare tre cucchiai di bicarbonato con acqua sino a ricavare un impasto cremoso da applicare sul marmo e lasciar agire per una mezz'ora. La superficie andrà poi risciacquata con acqua calda. In alternativa, puoi sciogliere in un litro d'acqua un cucchiaio di bicarbonato, da spruzzare poi sul marmo con un nebulizzatore.

Per asciugare, puoi impiegare il solito panno in microfibra. 

È bene ricordare sempre che per pulire in maniera corretta il marmo non bisogna assolutamente utilizzare sostanze acide, poiché si tratta di un materiale estremamente delicato. Sono vietati, dunque, aceto di vino, succo di limone, detergenti aggressivi e prodotti abrasivi, poiché potrebbero rovinare le superfici.

Da evitare anche il bicarbonato puro applicato direttamente sul marmo
, poiché si corre il rischio di graffiarlo; il bicarbonato si utilizza disciolto in acqua oppure miscelato per ottenere una crema pulente. Il marmo, infatti, è un materiale poroso di origine calcarea che assorbe tutto come una spugna. Se viene quindi a contatto con sostanze troppo acide, le macchie che si formano – se non eliminate subito – possono intaccarlo in profondità. È fondamentale agire il prima possibile, per non fare troppa fatica in seguito. Proteggi sempre il tuo ripiano e - se cade qualche goccia di aceto sul marmo - pulisci immediatamente la superficie. Solo il marmo artificiale può essere pulito con l’aceto diluito. In tutti gli altri casi è importante bloccare la reazione chimica prima che si scateni.

Qui di seguito troverai le indicazioni da seguire e i prodotti ideali da usare, a seconda del tipo di sporco presente sul tuo marmo.

Come pulire il marmo e renderlo lucido

Se è solo sporco di polvere, ecco come pulire il marmo e renderlo lucido. Per prima cosa, togli lo sporco con una spugna bagnata e acqua tiepida, poi asciuga il marmo delicatamente con un panno morbido di lana. Per una manutenzione quotidiana del tuo marmo procurati anche un panno in microfibra: togli la polvere e passa il panno in microfibra per lucidare la superficie. Un altro metodo prevede l’utilizzo dell’acqua calda, che rende il tuo marmo subito più pulito. Per velocizzare l’asciugatura puoi aggiungere al secchio d’acqua calda anche un po’ di alcool denaturato. Non usare mai l’alcool con profumazioni chimiche aggiunte. Se vuoi, puoi aggiungere all’acqua calda qualche goccia di olio essenziale alla lavanda o agli agrumi. Avrai così un pavimento pulito e gradevolmente profumato.
Il prodotto ideale per detergere il tuo marmo senza rovinarlo, ti suggeriamo di utilizzare Bref Brillante, Bref per superfici pregiate e il panno Vileda giallo che consente di detergere in modo delicato.

Come pulire il marmo dal calcare?

Ecco alcuni suggerimenti per detergere con semplici gesti ed affidandoci a rimedi naturali e per niente aggressivi. Puoi utilizzare uno dei detersivi più adatti e più delicati per questo tipo di superfici: Bref brillante superfici pregiate; segui le indicazioni fornite sulla confezione e aiutati con un panno Vileda pavimenti giallo, ideale per questo tipo di superfici.

 




Come pulire il marmo dalla muffa
?

Per rimuovere le macchie di muffa – in alternativa al metodo usato per il calcare – puoi fare una soluzione di acqua, sale e bicarbonato di sodio. Strofina delicatamente le superfici con questa formula e farai risplendere il tuo marmo. La procedura appena descritta è indicata soprattutto per il marmo del bagno, più soggetto alla formazione di muffa. Un altro metodo che ti consigliamo prevede l’utilizzo dei semi di pompelmo. Aggiungi 20 gocce a circa due bicchieri di acqua e spuzzalo sulla superficie da pulire. Sciacqua poi con acqua tiepida. Eliminerai la muffa e lascerai un delicato profumo di agrumi nel tuo bagno.

Come pulire il marmo nero

Il marmo è usato sia per interni che per esterni - per davanzali, balconi o piani di lavoro. Come saprai tutte le tipologie vanno incontro alla formazione di macchie, a volte molto resistenti. Ancora una volta ci sono rimedi semplici che ti vengono in aiuto. Vediamo ad esempio come pulire il marmo nero. Ti sei appena accorta che in cucina hai una macchia enorme sul tuo amato marmo nero? Niente paura! Procurati una pietra pomice o della fecola di patate. Spargi la polvere che hai scelto sul punto da trattare e aspetta che agisca qualche ora. Entrambe sono perfette per combattere l’unto e per lucidare il marmo nero – e non solo - perché hanno la caratteristica di assorbire le macchie senza lasciare aloni. Dopo un po’ di tempo risciacqua con acqua calda e asciuga bene. Ripeti l’operazione se la macchia è stata rimossa solo parzialmente. Una soluzione di acqua e pietra pomice è particolarmente indicata anche per la pulizia del marmo dei balconi perché li protegge dalle intemperie esterne.

Come pulire il marmo macchiato di aceto?

Cerca innanzitutto di intervenire subito. Asciuga l’aceto con un panno umido per impedirgli di stagnare. Per evitare la formazione di aloni la cera è il prodotto migliore che puoi trovare in commercio. Per lucidare al meglio il marmo usa quindi dei prodotti a base di cere naturali. Prendi un panno in micro fibra - o di camoscio – e spargi il prodotto sulla superficie da trattare. La cera protegge nel tempo il marmo e assicura una lucentezza immediata. Un altro consiglio per proteggere il pavimento o il davanzale di marmo è quello di trattarli con un prodotto impermeabilizzante ed idrorepellente.



Come pulire il marmo e renderlo lucido?

Se il tuo marmo è ingiallito – che sia bianco, nero, di Carrara – ecco cosa fare. Dopo aver passato la pietra pomice sulla macchia - grassa o unta – prendi del detersivo per piatti e versane un po’ sopra la macchia. Una volta che avrai risciacquato bene e asciugato vedrai brillare immediatamente il tuo piano di lavoro, come fosse nuovo. 

L’inverno sta finendo ed anche il tuo camino ha bisogno di un restyling? Ecco allora come pulire il marmo del camino. Passa un panno umido per togliere la polvere superficiale. Prendi poi una spazzola dura bagnata con una soluzione di acqua e sapone a scaglie. Risciacqua con un panno di camoscio leggermente umido e tutto splenderà come fosse nuovo!

Come pulire il marmo macchiato di acido o di rame?


Queste sono sicuramente tra le macchie più difficili da trattare. Un rimedio infallibile prevede l’utilizzo della farina. Prepara quindi un impasto aggiungendo in una ciotola 3 cucchiai di farina e 5 del tuo detersivo per piatti. Mescola finché non avrai raggiunto un impasto gommoso. Spalmalo sulla tua macchia e coprilo con una pellicola trasparente. Lascialo in posa per almeno un giorno. Trascorse ventiquattro ore, rimuovi la pasta dal marmo e pulisci con un panno di cotone. Un altro composto interessante è formato da gesso – o il bianco di Spagna – ed acqua. Dopo aver formato una pasta molto liquida stendi la sostanza sulla superficie da trattare. Dopo circa mezz’ora risciacqua con acqua e un po’ di sapone delicato in scaglie. Marmo lucido e pulito!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Luciana

Grazie dei suggerimenti !

1 anno fa
Antonella

A casa ho i pavimenti in marmo quindi questi consigli mi sono utilissimi. Io comunque utilizzo sempre Bref per superfici pregiate, ideale per il marmo perchè lo lascia bello lucido!

1 anno fa
Mariella

interessante, ho già praticato alcuni di questi consigli in passato, e sono davvero efficaci, altri non li conoscevo....viva i consigli delle nonne

1 anno fa
Carmela

Ma che grandi aiuti per pulire i vari tipi di marmi grazie grazie

1 anno fa
Simona

Grazie per l'articolo molto dettagliato, prenderò spunto per occuparmi un pò meglio dei miei pavimenti!

1 anno fa

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione