TRUCCHI E SOLUZIONI

Come appendere un quadro: tutte le soluzioni

LEGGI IN 5'

Se non hai particolari vincoli per appendere un quadro al muro, ti basterà un chiodo e il martello.
Per prima cosa, valuta bene se nel punto che hai scelto per attaccare il quadro passano fili elettrici; in tal caso dovrai spostarti di qualche centimetro. A questo punto valuta che tipo di muro hai di fronte e quanto è pesante l’oggetto che vuoi appendere. Per capire di cosa è fatto il muro guarda la polvere che ne fuoriesce se fai un buco di prova con il trapano. Se è bianca o grigia sarà sicuramente un muro pieno in calcestruzzo. Se la polvere è rossa dietro avrai una parete di mattoni. Il cartongesso è facilmente riconoscibile perché non incontrerai ostacoli durante la foratura. Per un muro in calcestruzzo e mattoni potrai utilizzare un trapano e dei tasselli. Per il cartongesso, puoi appendere un quadro usando dei chiodi specifici con qualche precauzione in più. Se la parete è di mattoni vuota ti basteranno dei semplici chiodi. Vediamo nello specifico come appendere un quadro valutando peso e dimensioni dell’oggetto che vuoi appendere.

Come appendere un quadro pesante

La prima cosa che devi valutare è il peso del tuo quadro. Se è entro i due chilogrammi ti basteranno dei chiodi sottili di 1 cm e mezzo circa di lunghezza. Per un oggetto leggero puoi entrare nel muro solo per un centimetro di profondità. Se l’oggetto arriva fino a 9 chilogrammi, devi utilizzare altri tipi di chiodi; ecco quindi come appendere un quadro pesante: ti servono dei chiodi più lunghi e spessi, che entrino in profondità per assicurarti la massima tenuta. Scegli quelli in acciaio, sono più resistenti. Se il tuo quadro ha una cornice importante sicuramente il vetro farà aumentare il peso. In questo caso è meglio fissarlo al muro con un trapano e dei tasselli – ne esistono di diverse tipologie.

Prima di attaccare il tuo quadro alla parte, armati di metro, carta e penna, nastro adesivo per delineare la zona, chiodi e martello. Se devi trapanare, al posto di chiodi e martello userai i tasselli da inserire nel muro e il trapano. Valuta bene le proporzioni della parete libera – lasciando lo spazio anche per futuri quadri. Se sotto metterai un mobile, tieni anche conto dell’altezza rispetto al pavimento. Cerca quindi di organizzare prima mentalmente la parete che vuoi decorare. Una volta che sei davvero sicura della tua scelta, prendi la matita e segna i punti in cui eseguirai il buco. Altrimenti con una livella traccia due linee perpendicolari e metti sopra del nastro adesivo così avrai il senso concreto di dove mettere il chiodo. Se userai il trapano, inizia con una punta di piccolo diametro e allarga in un secondo momento il foro. Se usi un chiodo, tienilo leggermente obliquo e usa il martello dando dei colpi regolari.

Come appendere un quadro senza bucare il muro

Se hai particolari esigenze e non vuoi bucare il muro, ecco come appendere un quadro senza chiodi. Vivi in affitto e i proprietari di casa non vogliono buchi sulla parete, o semplicemente non vuoi rovinare il tuo muro appena intonacato? Ecco tutte le soluzioni che fanno al caso tuo.
Hai principalmente tre possibilità per evitare di forare un muro: la colla di montaggio, la colla di montaggio removibile e il nastro biadesivo. La colla di montaggio rispetta il principio delle ventose. Basta mettere questa colla specifica negli angoli del quadro e poi premerlo contro la parete finché non si sarà incollato. La colla removibile ti permette di cambiare idea e poter togliere facilmente i punti incollati tramite una sottile spatola. Il nastro biadesivo infine – usato anche per il fissaggio dei listoni del parquet - è una striscia di carta dotata di colla su entrambi i lati, che puoi tagliare della misura che ti occorre. Prendi le misure e taglia il pezzo della lunghezza del quadro. Metti il nastro dietro la cornice – su ogni angolo - e togli l’altra linguetta. Tienilo premuto contro il muro fino a quando non senti che ha aderito perfettamente ed è stabile. A seconda delle marche può sostenere diversi chilogrammi di peso.

Se utilizzi le strisce adesive, togli i gancetti nella struttura del quadro prima di applicarle: per aderire bene hanno bisogno di una superficie totalmente piana, altrimenti rischiano di staccarsi facilmente. Una coppia di strisce adesive può sostenere fino a 1,4 chilogrammi di peso – più o meno una cornice di dimensioni 20x28 cm. Quattro coppie – due per ogni angolo – terranno quadri di misura 46x61. In alternativa, da qualche anno sono disponibili sul mercato anche degli adesivi gommosi che ti permettono di attaccare qualsiasi cosa al muro senza rovinarlo o sporcarlo. Leggi bene che tipo di peso possono sopportare!
Inoltre, le colle o le paste adesive per pareti sono davvero pratiche perché non intaccano il retro del quadro e puoi toglierle – come detto prima – con una spatolina o con l’aiuto di un’altra pasta. La pasta ha la consistenza della plastilina. Ti basterà lavorarla leggermente con le mani per farle prendere la forma di una pallina. Attaccala poi dietro al quadro e appendilo al muro facendo pressione con un po’ di forza.

 

Come appendere un quadro senza veri ganci?


Per questo tipo di operazioni esistono in commercio anche i ganci - o i chiodi - adesivi. Se scegli questa soluzione, strofina il muro con un panno morbido. Devi essere sicura che la superficie sia pulita e liscia. Togli la pellicola adesiva del gancetto e attaccala al muro – nel punto che hai segnato in precedenza. Fai una leggera pressione e aspetta circa 30 secondi per essere sicura che abbia aderito bene. A questo punto, non devi far altro che attendere un’oretta affinché la colla si sia ben asciugata. Trascorso questo tempo, appendi il tuo quadro sul gancetto. Se l’oggetto è molto pesante usa più ganci adesivi – ben allineati tra loro – per distribuire correttamente il peso.

Vuoi mettere un quadro in bagno ma hai paura di rovinare le tue pareti? Ecco come appendere un quadro sulle piastrelle!
Molte persone praticano dei buchi tra una fuga e l’altra, ma perché farlo se ci sono delle valide alternative?  Noi ti consigliamo due possibilità. La prima prevede l’utilizzo di una pistola termica con della colla a caldo. Mettine una pallina per ogni angolo e fissa il quadro alla tua parete di piastrelle. Per un’installazione di un peso leggero sarà perfetta! La seconda prevede l’uso di una pasta removibile che puoi distribuire anche con una spatola. Mettine una piccola quantità sul retro del tuo quadro, insistendo sugli angoli, premi leggermente contro il muro e vedrai che non si staccherà più, a meno che non sarai tu a volerlo! In commercio ne esistono dei tipi che reggono fino a 60 kg di peso!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione