LAVANDERIA

Lavori a maglia e uncinetto. Come lavare i capi preziosi in sicurezza

LEGGI IN 2'

Come lavare i capi a maglia e uncinetto in sicurezza? Maglia e uncinetto vanno per la maggiore da alcuni anni anche sulle passerelle. Online è un fiorire di corsi e tutorial per imparare queste arti manuali che ci insegnano a fare capolavori con un filo e due ferri.

Ma i capolavori fatti a mano si possono lavare senza rischiare di rovinarli? Per fortuna si può, i capi fatti a maglia non sono usa e getta, ma se lavati e asciugati nel modo giusto durano anche più a lungo di quelli fatti in serie che compriamo ogni giorno e restano sempre bellissimi.

La prima cosa da ricordare è che sono capi vivi, parliamo di fibre pregiate che ci arrivano da piante o animali e che devono essere trattate con qualche accortezza in più rispetto al programma classico della lavatrice.

Le lavatrici moderne hanno dei programmi adatti quindi non è sempre necessario lavare questi abiti a mano. Sicuramente sullo sportello della tua lavatrice c’è la legenda con i vari programmi e ce n’è anche uno dedicato alla lana. Questo potrebbe essere il programma giusto per tutti i capi fatti a mano, ma devi indagare meglio su come si svolge se non l’hai mai usato prima.

In realtà il cotone e le fibre vegetali sopportano qualche strapazzo in più rispetto a lana e fibre animali che sono più delicate, in pratica tutti i capi lavorati a mano con i filati è meglio lavarli e asciugarli seguendo queste tre regolette:

  1. scegli il detersivo giusto
  2. usa un lavaggio a freddo, molto delicato e senza centrifuga
  3. asciuga senza stendere il capo

La prima regola è la più facile, ormai i detersivi per i capi delicati si trovano dappertutto, ce ne sono tantissimi, ma per i capi fatti a mano uso solo Perlana Cura per capi delicati, con effetto balsamo ed estratti di bambù.

E’ importante usare solo ed esclusivamente la dose minima consigliata, sia per risparmiare e per non inquinare, sia perché togliere una quantità eccessiva di detersivo dai capi delicati vuol dire stressarli ulteriormente senza motivo.

La seconda regola puoi rispettarla in due modi, se non lavi i capi in continuazione usa il lavaggio a mano, l’importante è non torcere e strofinare i capi di maglia.

Oppure procedi senza pensieri con il lavaggio dedicato in lavatrice. Se hai paura che sia ancora troppo aggressivo elimina del tutto la centrifuga e, usando il detersivo giusto, non dovresti avere nessun problema.

L’ultimo punto è altrettanto facile, basta ricordare che tutti i capi di maglia fatti a mano vanno stesi in orizzontale su un telo sottile di cotone e sempre all’ombra, in modo che l’acqua evapori senza metterci troppo tempo e allo stesso tempo senza il rischio che si sformino e che il filato subisca altri stress.

Io uso il solito stendino, metto sopra uno straccio di cotone bianco ricavato da vecchie lenzuola, fisso lo straccio ben bene con le mollette, sopra appoggio delicatamente i capi che preparo per il mio lavoro da crochet designer e sono a posto.

Alessia Gribaudi Tramontana
Scritto da:

Alessia Gribaudi Tramontana

Sono la felice proprietaria di alcuni blog, troppe passioni e di una famiglia di “tipi da spiaggia”! 44 anni e due figli, sempre online e molto social per lavoro e per diletto. Faccio la Social Media Strategist e la Blogger, ma soprattutto sono una donna (e una mamma) che non rinuncia a fare tutto quello che ama. Troppo difficile? No se come me sei devota al dio della massima resa con il minimo sforzo. Sui social puoi trovarmi un po’ dappertutto come @Alescrap.

Il mio blog

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Stefania

Penso che il Perlana cura e ripara bambù sia un vero e proprio pronto intervento per quei capi che purtroppo ci rendiamo conto che stiamo per perdere... E incredibile come con un solo lavaggio si vedano risultati incredibili. La prova è la mia magliettina rossa di chasmire era quasi da buttare e invece come ultimo tentativo l'ho lavata con Perlana cura e ripara ed eccola qui la indosso proprio oggi ed è ritornata bellissima.

1 anno fa

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione